Bici Design

Bici Design

La collezione Bici Design nasce alla fine degli anni ’80 in Giappone da un’idea di Kō Isao Yajima, come provocazione nei confronti sia di una mentalità del consumismo sfrenato caratteristica di quel preciso periodo storico sia come visione anticonformista della produzione industriale, nella quale l’artista vedeva un fascino peculiare.

Il cimitero delle biciclette abbandonate, alla periferia di Tokio, è stato il presupposto per la creazione della prima serie che è stata presentata a Milano nel 1989 presso lo showroom di Plana e successivamente a Tokio presso la galleria Axis.

La collezione Bici Design è formata da 36 pezzi composti interamente da componenti della bicicletta.

Bici Design - Galileo

“La bicicletta è uno strumento comune, uno strumento di ogni giorno; la sua forma totale insieme ai dettagli meno visibili delle diverse parti suggeriscono una sorta di armonia che neppure un’orchestra sarebbe in grado di produrre; e, ancor più interessante, ciascuna delle parti svolge una funzione propria, e mette in mostra una propria bellezza….

…Il fatto che la forma del materiale di ciascuna parte sia predeterminata non mi disturba. Piuttosto, le tante forme comiche mi appassionano. I raggi sono come un’arpa che è in grado di suonare qualsiasi ottavo, creando così un senso di tensione tra le diverse parti. Anche i dadi e le viti che servono a montare la bicicletta è come la mia orchestra, fatta di questi “strumenti”; ogni parte ha il proprio ruolo, a seconda delle caratteristiche. Se l’intenzione originale delle diverse parti, cioè di diventare una bicicletta una volta montate insieme, venisse dimenticata, allora ciascuna parte diverrebbe uno strumento solista, e creerebbe pezzi singoli come fanno tavoli e sedie…

…Quando i simboli scritti di un certo linguaggio vengono smontati singolarmente e ricomposti, allora questi diventano semplici componenti per quel linguaggio; sono o privi di significato, o assumono un significato completamente nuovo. Lo stesso si può dire per le diverse parti di una bicicletta. Quando una bicicletta è smontata e le sue parti ricomposte, allora le parti perdono il loro scopo originario d’essere, sebbene rimangono arti di una bicicletta; acquistano così un significato completamente nuovo.”
Kō Isao Yajima

I prodotti Bici Design sono stati interpretati dal fotografo giapponese Kuro Haga che ne ha curato anche il libro fotografico. Altri cataloghi e prodotti editoriali sono stati seguiti direttamente da Kō.

Fotografie di Kuro Haga.

Copertine dei prodotti editoriali su Bici Design.

Bici Design - Bici Kuro Haga
Ko Isao Yajima (1945-2006)

DESIGNER
Nasce a Nagano in Giappone nel 1945, ed inizia presto la sua carriera di artista e designer. Dagli anni ’80 opera anche a Milano, e firma vari lavori anche nel campo della moda. GrandesignEtico e Associazione culturale Plana hanno il privilegio di custodire testimonianze uniche di suoi lavori, studi, disegni, ecc.

Visualizza il catalogo della mostra di Ko>

Dettagli progetto

Mostra: Bici Design
Designer: Kō Isao Yajima
Anno: 1989